LA SFILATA DI MOSCHINO CHE TRASFORMA LE MODELLE IN QUADRI

Picasso è il chiaro ispiratore di Jeremy Scott. Che la moda guardi all’arte non è certo cosa nuova, ma stavolta lo stilista ha trasformato le top in passerella in vere e proprie opere: Guernica, El Matador… i riferimenti al grande pittore spagnolo erano molti e non mancavano maschere e guanti cartonati dai segni grigi e neri, toreri dagli abiti sgargianti e ballerine di flamenco.

In passerella c’era anche Irina Shayk con le sembianze di una viola da gamba, Joan Smalls in versione matador e le immancabili Bella e Gigi Hadid, l’una arlecchino l’altra sposa-colomba. Insieme alle altre top interpretavano il ruolo di vere e proprie muse, tra i falsi volumi di maniche a palloncino piatte, bottoni solo disegnati, pieghe, drappeggi e gioielli pennellati. Ad assistere a questi eccentrici tableau vivant c’erano i Ferragnez ed Elodie in prima fila.